Il contributo che i nostri amici a quattro zampe apportano alla società non è cosa da poco, infatti i cani hanno un ruolo molto importante insieme alle forze dell’ordine. Ricoprono una posizione di rilievo nelle operazioni antidroga, come ha ricordato Jackie, uno dei membri dell’unità cinofila di Torino. Grazie all’animale gli agenti sono stati in grado di trovare il nascondiglio di una coppia di criminali, che da tempo nascondeva alcune dosi di droga. Si tratta di una donna italiana di 35 anni e il suo compagno, un uomo di origini nigeriane di 31 anni: i poliziotti sapevano del loro coinvolgimento in attività illecite, ma una volta giunti nel loro appartamento non sapevano dove cercare.

I due avevano nascosto la droga fin troppo bene, infatti se non fosse stato per Jackie, il cane antidroga, probabilmente non sarebbero venuti a capo della situazione. Ma dopo una ricerca neppure troppo lunga, il cane è stato in grado di localizzare la refurtiva: i due l’avevano nascosta nella lavatrice e Jackie grazie al suo formidabile fiuto l’ha trovata. Grazie a Jackie è stato possibile arrestare i due malfattori e sequestrare un quantitativo di sostanze stupefacenti pari a 70 grammi, fra cocaina e crack. Il comandante delle forze armate è rimasto molto soddisfatto del lavoro svolto, orgoglioso di Jackie.

I cani antidroga come Jackie sono sottoposti, prima di essere mandati in missione, a un rigido addestramento che permette loro di riconoscere l’odore delle sostanze oggetto di ricerca. Tali esemplari si esercitano per un periodo di circa sei mesi con dei manufatti che vengono prima intrisi di droga, in modo che possano abituarsi all’odore della sostanza. È universalmente noto che i cani posseggono un olfatto molto sviluppato, ragion per cui sono scelti per questo tipo di operazioni, ma non solo: molti si occupano di ordine pubblico o di ritrovare congegni esplosivi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here