Il coronavirus sta mettendo in ginocchio l’economia, ma anche la vita sociale di molti, inficiando il business di intere aziende. Lo stesso destino è toccato al Vinitaly, evento che rappresenta la riunione di centinaia di rappresentanti delle maggiori aziende vinicole. Nonostante l’iniziale entusiasmo degli organizzatori, dei produttori e di tutti i partecipanti, che avevano deciso di non arrendersi al coronavirus, la decisione è stata presa; si tratta di una scelta forzata, dettata dall’evoluzione della situazione italiana. Lo stesso sta accadendo in Germania, dove una manifestazione simile è stata rimandata per evitare le inutili spese che l’organizzazione comporta.

L’entusiasmo iniziale degli organizzatori è stato smorzato anche dal fatto che molti dei produttori si sono tirati indietro. Considerando le spese che comporta l’organizzazione dell’evento, dovute all’allestimento e ai vini i responsabili hanno posticipato la data, rinviando Vinitaly da aprile a giugno. Tutti gli altri eventi annessi sono stati ugualmente rinviati, dopo giorni e giorni di indecisione, infatti anche se in partenza nulla sembrava minacciare l’evento che si tiene a Verona, il veloce cambiamento che c’è stato a livello nazionale ed europeo a motivo del coronavirus ha determinato la triste decisione. Il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, ha spiegato la situazione con tutte le difficoltà che comporta a livello continentale.

La fiera si compone di più di 400 eventi, con oltre 4mila aziende che esporranno i loro prodotti: ovviamente è stato tutto sospeso, e già ora si calcolano delle grosse perdite economiche, ma anche perdite in senso di risorse e lavoro svolto. Una decisione che è stata presa in comune accordo, per la volontà sia degli organizzatori dell’evento, sia delle amministrazioni locali che hanno preferito spostare il tutto a una data nella quale – almeno presumibilmente – tutto sarà passato e riunirsi in luoghi grandi e affollati non sarà più un rischio per la salute pubblica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here