C’è una nuova emergenza ambientale in Australia, dopo gli incendi che negli scorsi mesi hanno devastato gran parte del territorio. Dopo il disastro infatti, ci sono stati alcuni superstiti, che nel frattempo si sono riprodotti, e la loro proliferazione ha causato non pochi danni agli ecosistemi. Si tratta di cavalli, che nel nostro territorio sono visti come animali non proprio comuni, ma che in Australia sono addirittura selvatici; infatti, gli esemplari che sono riusciti nell’impresa di sopravvivere agli incendi, sono corsi ai ripari nelle zone protette dell’isola. Hanno dimostrato una grande capacità di adattamento senza dubbio, ma ora sorge un vero e proprio problema e potrebbe essere necessario l’intervento del governo.

Il compito delle istituzioni sarà quindi quello di rimuovere il maggior numero di cavalli possibile dal territorio colpito. Questi però potrebbero essere sottoposti a vari trattamenti, ma non è stato specificato quale sarà la fine che toccherà a questi animali, la cui colpa se non altro, è quella di essere superstiti di un incendio di dimensioni abnormi. Molti cavalli potrebbero infatti essere sottoposti a macellazione, per dimezzare la popolazione di animali selvatici. Questi con i loro zoccoli potrebbero danneggiare delle zone che sono state protette per anni e che tutt’oggi lo sono.

La popolazione locale non ha reagito male alla notizia, anche se è in ballo la vita dei cavalli, infatti i danni che questi causerebbero sono tangibili. Metterebbero a rischio, anzi lo stanno già facendo, delle specie sia animali che vegetali, che da anni sono state considerate in pericolo di estinzione. Inoltre, dopo settimane o addirittura mesi di sopravvivenza, nell’ambiente a loro estraneo in cui si trovano e in cui sono stati spinti dalle circostanze sfavorevoli. Tali circostanze non migliorano, anzi non fanno che peggiorare di giorno in giorno, quindi lasciare la situazione immutata causerebbe ugualmente un danno agli animali, che morirebbero di fame.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here