Le locuste da mesi stanno affliggendo la zona chiamata Corno d’Africa, distruggendo al loro passaggio, ettari di territorio coltivabile. Le locuste si nutrono di quel che trovano e in tal modo radono i campi al suolo, non lasciando agli abitanti di che mangiare. Per tale ragione si stima che migliaia di persone patiranno la fame nei prossimi mesi nelle zone che sono state colpite. Si tratta di paesi già messi in ginocchio dalla povertà: ma ora la piaga delle locuste sta per spostarsi, infatti gli insetti riescono a percorrere centinaia di chilometri ogni giorno. in tal modo arriveranno presto in Cina, un paese già messo alle strette dal coronavirus.

Ecco perché le autorità locali hanno preso dei provvedimenti ecologici e funzionali, per evitare il peggio. Non si tratta di pesticidi, tanto meno di sostanze chimiche simili, ma della soluzione più naturale che si possa immaginare: un esercito di anatre. Si tratta di 100mila esemplari, che sono stati schierati appositamente per far fronte all’invasione di locuste che potrebbe distruggere l’economia del paese, peggiorando una situazione già difficile. Un’anatra riesce a mangiare 200 locuste ogni giorno, una cifra impressionante, una qualità che permette di risparmiare in termini economici e in termini di danno all’ambiente, in quanto non saranno usati prodotti chimici.

Questo potrebbe essere l’unico modo per affrontare quella che è stata definita una vera e propria emergenza. L’invasione delle locuste, secondo il parere degli studiosi, è una delle conseguenze del cambiamento climatico, infatti l’innalzamento drastico delle temperature ha portato lo sciame a migrare e consumare le provviste alimentari di intere popolazioni. Fra tali effetti del cambiamento ci sono anche quelli sugli orsi polari, tutto il pianeta è coinvolto in questa svolta epocale, che rappresenta una minaccia per varie specie. Queste rischiano di sparire per sempre dal nostro pianeta andando incontro all’estinzione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here