Tutti hanno preso la famosa tachipirina almeno una volta nella vita, infatti si tratta di uno di quei farmaci di cui non si può fare a meno facilmente. È un farmaco con effetto antidolorifico molto veloce, e gli effetti collaterali, se le dosi non superano certi limiti, sono praticamente inesistenti, a meno che il soggetto non sia allergico. Non si sente spesso parlare di overdose da paracetamolo, il principio attivo della tachipirina in quanto non viene preso in dosi massicce. Non è stato questo purtroppo il caso di Amber, una giovane 26enne che è stata vittima proprio di tale abuso, che incoscientemente l’ha condotta a morte.

Amber era stata in ospedale, dove i medici le avevano prescritto alcuni farmaci per un’infezione e per il dolore che lei continuava a provare. Dopo il ricovero Amber è stata dimessa e i medici le hanno prescritto altri antidolorifici che avrebbe potuto auto somministrarsi a casa nel suo letto. Fra questi il paracetamolo: tuttavia i dolori della giovane donna, che di mestiere faceva l’insegnante, non sono migliorati affatto, anzi non hanno fatto altro che peggiorare dopo il suo rientro a casa. Così lei senza essere pienamente sicura delle conseguenze ha preso un numero non specificato di pillole, dopodiché si è addormentata.

È stato il suo ragazzo a trovarla, lei non riusciva a muoversi e lui avrebbe voluto portarla in ospedale, ma Amber si è rifiutata di tornarci. Così il ragazzo l’ha lasciata a riposo, assecondando la sua richiesta; pochi minuti prima l’insegnante russava, sembrava semplicemente essersi addormentata, ma successivamente il fidanzato è tornato nella sua stanza e quel che ha trovato è stato sconcertante. La donna non respirava più, e nonostante i tentativi del ragazzo di svegliarla non c’è stato nulla da fare per lei. Pochi attimi dopo ha chiamato l’ambulanza, ma quando sono arrivati i medici era già troppo tardi per la 26enne.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here