È stato chiamato il Grande Fratello degli animali: e no, non si tratta dell’ennesimo show televisivo di Canale 5, ma di qualcosa di gran lunga più interessante. Alcuni ricercatori hanno deciso di selezionare delle specie a rischio di estinzione, per la precisione di 39 specie, quelle considerate maggiormente in pericolo. Si tratta dei ricercatori dell’Illinois, che dopo un lungo e arduo lavoro hanno pubblicato i risultati sulla rivista Animal Biodiversity and Conservation. Ma perché piazzare delle videocamere per intrappolare ogni singolo momento della vita di questi animali? Sicuramente si tratta di un esperimento che si guadagnato la sua nomea di Grande Fratello, che serve a monitorare istante per istante la vita degli animali in questione.

Una ricerca del genere può tornare molto utile agli animali della Sumatra; il principio sul quale si basa è semplice, ovvero guardare ogni momento della vita degli animali. In tal modo si potranno comprendere meglio le loro abitudini di vita, incluse quelle alimentari, quelle riguardanti l’accoppiamento e molte altre. Dopo aver appreso tutto ciò gli studiosi proseguiranno con una specie di mappatura delle loro vite, in modo da favorire tutte quelle condizioni che porteranno alla continuazione della specie. Forse, in tal modo, si potrà evitare il peggio, ovvero l’estinzione di tutte le specie a rischio.

Per fare uno dei tanti esempi sulle abitudini delle specie studiate, basti pensare alla tigre: grazie all’attento monitoraggio degli esemplari citati, sono stati scoperti gli usi di tale tipo di tigre. Così gli scienziati hanno capito che le tigri sono più attive nella parte centrale del giorno, a differenza di altri animali. Insieme alle tigri hanno fatto parte del progetto anche orsi, elefanti e leopardi, tutti sono stati monitorati dall’occhio vigile del Grande Fratello. Con questo e con altri metodi si spera di salvare la vita a quanti più animali è possibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here