Una cuccia in sospeso è la nuova iniziativa per poter garantire i beni di prima necessità anche a quegli animali che non possono permetterseli. L’iniziativa, che ufficialmente sarà presentata alla Fiera di Roma a fine mese, prevede il riciclo di cucce, giochi, collari, tutto quello che può servire a un cane; sicuramente in questo modo si offriranno delle nuove possibilità a dei cuccioli che non ne avevano e si eviteranno moltissimi sprechi. L’eco-sostenibilità infatti è uno dei motivi che ha spinto Federico Coccia, l’ideatore della cuccia in sospeso, a proporre tale idea, in modo che a trarne vantaggio siano due parti: coloro che si sbarazzano di strumenti vecchi e quelli che, non potendo affrontare nuove spese possono risparmiare.

Durante la manifestazione inoltre, ci saranno numerosi veterinari che spiegheranno al pubblico come prendersi cura al meglio del loro animale a quattro zampe. Non solo cani però, anche gatti, tutti gli appassionati della provincia potranno recarsi nella struttura per approfondire nuovi metodi educativi, per capire se e come possono far vivere meglio i propri animali domestici. E in ultimo, anche per lasciare eventuali vecchi accessori da far ritrovare a un novo e fortunato proprietario di cuccioli. Si chiama l’Angolo della Salute lo spazio che è stato destinato al riciclo, e qui potranno essere lasciati collari, cucce e giochi non più utilizzati, ovviamente non devono essere inutilizzabili.

L’iniziativa ha suscitato molto entusiasmo per la sua dualità, che da un lato aiuta l’ambiente – basti pensare che gli accessori che verranno donati sono costruiti in plastica e altri materiali non proprio eco-friendly – e dall’altro aiuta che è meno fortunato. Il nome del progetto ha preso spunto dall’usanza napoletana del caffè sospeso, che consiste nell’offrire una tazzina di caffè a un perfetto sconosciuto pagandolo in anticipo e non sapendo nemmeno che volto avrà il destinatario.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here