Uno dei programmi che sono tornati in voga negli ultimi tempi ha fatto notevolmente discutere il pubblico per un episodio di violenza. O almeno così è stato definito dai media, dal momento che riguarda una coppia alquanto affiatata che ha avuto un piccolo screzio. Lo show in questione è “La Pupa e il Secchione”, condotto da Paolo Ruffini. Lo scopo del programma, a detta del conduttore è quello di condurre un esperimento antropologico che prevede di formare delle coppie in cui un elemento – la pupa o il pupo – rappresenta la perfezione dal punto di vista fisico ed estetico, mentre l’altro elemento – il secchione o la secchiona – preferisce dedicare la sua vita allo studio, non preoccupandosi particolarmente del vestiario e di questo genere di cose.

Così si va da un estremo all’altro, il cui risultato è molto esilarante, in quanto da un lato c’è chi non conosce l’esistenza del condizionale e dall’altro chi non ha mai utilizzato uno smalto per unghie o un ombretto. Tuttavia una delle coppie partecipanti ha avuto una lite in diretta, che è cominciata come violenza verbale ed è sfociata apparentemente in violenza fisica. Una delle pupe, Carlotta, ha svuotato una lattina di birra addosso al secchione che faceva coppia con lei, Giovanni. Lui, svegliato da quello che doveva essere uno scherzo, l’ha immobilizzata e ad un certo punto nel tentativo di bloccarla le ha stretto troppo il polso.

Tale burla finita male è costata la squalifica ad entrambi i partecipanti, eliminazione accompagnata dalla predica del conduttore Ruffini, il quale ha affermato di non voler diffondere a livello nazionale un tale modello di comportamento. L’intera produzione è stata d’accordo, la decisione è stata presa in maniera unanime e i due responsabili dell’accaduto sono stati eliminati. Il programma era stato ideato per garantire una risata ed un’esperienza ai partecipanti, dando loro un’occasione per migliorarsi, ma la situazione è degenerata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here