Un canile del vicentino ha diffuso in rete una buona notizia: ha dovuto chiudere. Se questa notizia può sembrare ambigua o non tanto positiva in altre circostanze, in tal caso si tratta sicuramente di una cosa buona. Il motivo che ha spinto i volontari alla chiusura, o meglio alla momentanea sospensione dell’attività è stato la mancanza di cani. Infatti l’ultimo esemplare, un cucciolo di nome Hero, è stato adottato proprio in questi giorni lasciando la struttura vuota, quindi non c’è stato bisogno di ulteriore lavoro, o almeno così è stato momentaneamente. Risale a mercoledì la decisione dell’Enpa locale, che ha effettuato la comunicazione di servizio tramite la pagina Facebook del canile.

Di sicuro gli addetti ai lavori che per anni si sono presi cura di tutti quei cani che senza di loro non avrebbero avuto una casa e una famiglia si sono sentiti molto soddisfatti. Sono state numerosissime le adozioni in questo periodo, fatto che dimostra una gran sensibilità da parte del pubblico. Infatti non è una cosa che si sente spesso la chiusura di un canile per mancanza di cani, ecco perché i volontari sono stati molto orgogliosi del lavoro fatto in questi mesi. Ma parliamo di numeri, per renderci conto della portata del fenomeno che hanno fatto gli operatori: negli ultimi tre mesi sono stati adottati 150 animali.

Fra questi ci sono sia i cani che i gatti che sono finiti prima nel canile e poi nelle case delle loro nuove famiglie. Ora i responsabili della struttura sono pronti a rimettersi al lavoro, infatti la chiusura del canile è stata molto breve. Hanno già riaperto i battenti per dare una sistemazione ad altri animali meno fortunati, che grazie a loro riusciranno a trovare una famiglia. Il fenomeno del randagismo continuerà ad esistere, ma grazie a questo sarà molto contenuto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here