L’isola Gorgona è da tempo una delle prigioni più famose del nostro paese: sull’isola ci sono all’incirca 70 detenuti che dovranno scontare delle pene definitive. Tali pene però negli scorsi anni sono state alleggerite grazie all’apertura mentale del direttore del carcere, che si è dimostrato disponibile a sperimentare nuove tecniche e grazie all’aiuto di un veterinario che ha aiutato moltissimo. Quel che è accaduto ha un qualcosa di miracoloso, infatti gli animali hanno cominciato a socializzare con i detenuti, in modo che l’isola si trasformasse in un vero e proprio paradiso in cui la convivenza fra uomo e animale ha apportato numerosi benefici.

Molti dei detenuti che hanno scontato la pena sull’isola di Gorgona e hanno preso parte a questo “esperimento sociale” infatti in seguito non hanno più avuto problemi con la legge e non sono tornati in prigione. Purtroppo tale realtà è durata ben poco e non appena il carcere ha cambiato direttore le cose sono mutate in maniera radicale. Gli animali hanno cominciato a moltiplicarsi raggiungendo delle cifre sempre più elevate, così da un giorno all’altro quello che doveva essere un pacifico ambiente paradisiaco per la convivenza di uomini e animali si è trasformato in un allevamento intensivo. Gli uomini sono diventati predatori e gli animali sono passati a essere delle prede, anziché degli amici.

Nel tempo la situazione non ha fatto altro che degenerare, ma qualche giorno fa è giunta una buona notizia dall’isola di Gorgona. Ci sono numerosi animali, hanno raggiunto circa 450 esemplari, ma la notizia che ha fatto sorridere i lettori e trarre loro un sospiro di sollievo è che i maiali e i suini saranno liberati. Non saranno più bestie da macello, ma verranno riportati in Toscana dove saranno liberati in un ambiente idoneo alla loro crescita e al loro sviluppo, liberi da ogni tipo di maltrattamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here