Gli italiani sono in gran parte amanti degli animali, secondo alcune ricerche condotte dall’Istituto Eurispes. E lo sono in vari modi, alcuni adottando un animale domestico, altri apportando delle modifiche alimentari al proprio stile di vita. In quest’ultima percentuale rientrano vegetariani e vegani, alcuni dei quali seguono tale dieta per sé stessi in quanto li fa stare meglio, mentre altri per amore degli animali. Ma vediamo quali sono nel dettaglio alcuni di questi numeri. Gli italiani passati a un’alimentazione veg nell’ultimo anno arrivano al 9% all’incirca, tra vegetariani e vegani; quella che per molti può essere una dieta rigida e insostenibile per altri è uno stile di vita.

È certamente più comune però trovare famiglie che hanno adottato un animale, in particolare cani o gatti, ma non solo: negli ultimi tempi nel nostro paese spopolano i rettili, che hanno acquisito una grande popolarità. Quindi fra il 40% della popolazione che ha deciso di vivere con un animale domestico, ci sono 150mila persone che hanno adottato un rettile. E una volta adottato un animale, pare venga naturale provvedere anche ad altri cuccioli, così sono sempre meno coloro che hanno un solo cane o un solo gatto, in quanto preferiscono averne almeno due o tre.

Sono oramai noti i benefici dell’avere un animale in famiglia, soprattutto se ci sono dei bambini che cresceranno con un amico in più. Ma l’avere questo amico in più, che spesso diventa un vero e proprio figlio adottivo, non è privo di spese, anzi averne cura è costoso in termini sia di tempo che di denaro. Ma gli italiani non sembrano crearsi alcun problema in merito, per tale ragione spendono una cifra che oscilla dai 200 ai 300 euro al mese di cure veterinarie, alimentazione, accessori per i propri cuccioli e addirittura per seppellirli o cremarli una volta che questi vengono tristemente a mancare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here