Una buona notizia proveniente dal consiglio comunale della città di Bari, che dopo ben quattro ore di confronti e di scambi di idee ha preso un’importante decisione. Anche il capoluogo pugliese ha dimostrato una grande sensibilità nei confronti degli animali, così dopo una lunga seduta in comune è stato approvato il disegno di legge che prevede una maggiore tutela degli animali. Sono stati stilati 35 emendamenti e nell’acceso dibattito che ha visto partecipare tutto il consiglio ha preso parte anche il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, come è stato riportato ufficialmente dalle fonti locali.

La nuova legge riguarda la gestione degli animali che popolano le strade della città e mira a ridurre il fenomeno del randagismo; la misura servirà nei prossimi anni a prendersi cura dei cani che sono stati vittima di abusi o che sono stati abbandonati dai propri padroni. In particolare sarà posta una grande attenzione alla modernizzazione dei canili, che saranno una responsabilità sia del comune che della regione, istituzioni che si impegneranno a mettere in atto il disegno di legge. Ci saranno dei requisiti minimi da rispettare, ai quali i gestori dovranno attenersi per garantire il miglior ricovero possibile ai nuovi arrivati.

L’azione non si limiterà solo a questo, ma anche a livello popolare ci sarà una maggiore consapevolezza, con la diffusione ad esempio di informazioni utili per la riproduzione degli animali. In tal modo le nascite potranno essere meglio controllate, così come le condizioni in cui saranno tenuti gli animali, per la maggior parte cani. Una grande responsabilità, per la quale sarà istituita una commissione apposita al comune, che terrà d’occhio l’applicazione della legge. Tutte le associazioni che prenderanno parte al progetto saranno ovviamente formate da lavoratori volontari che senza alcun fine di lucro si prenderanno cura degli animali. Anche la compravendita di animali domestici sarà sottoposta a nuove regole e controlli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here