Macchine ovunque, inquinanti dappertutto, la situazione ha costretto il sindaco di Milano a prendere dei seri provvedimenti in merito. Dato che la concentrazione di materia particolata ha raggiunto dei limiti che sfiorato la pericolosità per i cittadini, per la giornata del 2 febbraio sarà vietata la circolazione delle automobili nel capoluogo lombardo. Lo ha annunciato il primo cittadino di Milano aggiungendo che gli abitanti dovranno adeguarsi a mezzi più eco sostenibili quali biciclette, mezzi pubblici od elettrici. Tale misura è stata presa anche in altre regioni, ad esempio in Piemonte: a Torino sarà bandita la circolazione di motori a Diesel, anche di veicoli appartenenti alla classe Euro 4.

Allo stesso modo in Emilia Romagna, dove è stato posto un limite del genere, in questi giorni sono molte le regioni che stanno vietando il transito di vetture inquinanti. È un primo passo verso una cura più responsabile nei confronti dell’ambiente e dell’aria che respiriamo. Le automobili emettono una grossa percentuale delle particelle che vanno ad inquinare l’atmosfera e il fenomeno ovviamente è molto più evidente nelle grandi città e nelle metropoli. I cittadini in taluni casi corrono gravi rischi di sviluppare malattie polmonari, tra cui il cancro, dopo un’esposizione prolungata.

Ecco perché, una volta che vengono raggiunti livelli pericolosi, la legge impone che vi sia uno stop alla circolazione di automobili. Fra le alternative c’è quella di passare all’elettrico, ma è una scelta ancora controversa e molto dibattuta. Infatti se è vero che le auto elettriche non emettono gas pericolosi per l’ambiente e per l’atmosfera, ancora non è chiaro il processo di smaltimento delle batterie che vengono utilizzate per l’alimentazione di tali veicoli. O meglio, è ancora dubbia la sicurezza sui procedimenti che vengono effettuati a tale fine, procedimenti che secondo alcuni non sono meno pericolosi delle emissioni che le auto elettriche sono volte a ridurre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here