I gatti sono degli animali domestici bellissimi, stimati da molti per le varie qualità che li contraddistinguono, fra cui la capacità di essere relativamente autonomi. Ma non troppo, infatti il gatto ha bisogno di cure almeno quanto gli antri animali, o potrebbe diventare molto pericoloso per la casa. Ci spieghiamo meglio: anche se sembra pulito per le sue abitudini, che lasciano pensare che non abbia poi tanto bisogno di una mano, il gatto va sottoposto a periodici controlli dal veterinario di fiducia. Infatti ci sono molti germi e parassiti che, se contagiano il gatto e non vengono curati adeguatamente, possono essere trasmessi all’uomo con conseguenze tutt’altro che piacevoli.

Fra questi la prima malattia che può venire in mente è la toxoplasmosi, ed è sicuramente vero ma non è l’unica. Sono svariati i parassiti che possono colonizzare il corpo del felino, come la giardia o la tenia: i sintomi sono abbastanza chiari e qualora dovessero presentarsi, bisognerebbe subito recarsi dal veterinario. Un gatto malato è stanco, ha degli atteggiamenti insoliti, a volte compaiono vomito e disordini intestinali che sono chiari segni di malattia. Questi non vanno mai sottovalutati; inoltre, fra le vie di trasmissione agli esseri umani ci sono il pelo dell’animale, ma anche feci e urine infette.

Quindi va fatta una particolare attenzione soprattutto se ci sono bambini in casa che potrebbero inavvertitamente entrare in contatto con esse e ammalarsi. Fra le più gravi poi ci sono la scabbia, la tigna, che è un fungo trasmissibile con il solo contatto e la rabbia. Quest’ultima è molto grave, si trasmette mediante un graffio del gatto o con un morso: altri eventi che non vanno assolutamente sottovalutati, anzi nel caso in cui avvengano bisogna assicurarsi che non siano veicoli di patogeni. Molti di questi possono essere prevenuti con un regolare controllo veterinario.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here