La città di Perugia sta dimostrando ancora una volta una grande considerazione per gli animali dei suoi abitanti e quelli dei turisti. Una dei consiglieri comunali ha presentato alcune proposte per migliorare il soggiorno degli animali nella città, migliorando i servizi quotidiani a disposizione dei cittadini e facendo in modo che anche i turisti possano beneficiarne quando vengono in visita. Si tratta della consigliera 5 stelle Maria Cristina Morbello, le cui proposte sono state molto apprezzate dall’Enpa locale, che ha elogiato il comune di Perugia per la sensibilità mostrata non solo ora ma nel corso degli anni nei confronti degli animali.

Alcune misure che verranno prese comprendono ad esempio, la messa in sicurezza dei mezzi pubblici, in modo che siano agevolati anche i turisti o i pendolari con un cane al proprio seguito. Saranno apportate inoltre delle migliorie anche nei parchi, andando a rendere ancor più efficienti le zone attrezzate per gli amici a quattro zampe. L’Enpa ha presentato il comune con orgoglio, prendendo nota dei progressi già fatti negli scorsi anni, come il primo cimitero per gli animali, che ha rappresentato un’innovazione per tutta la regione Umbria. Ancora, è stato allestito un ambulatorio sociale in cui le persone che hanno problemi con i propri animali o che temono per la loro salute possono recarsi e ricevere le cure necessarie.

Sono iniziative molto interessanti, volte a combattere fenomeni spiacevoli e pericolosi sia per gli animali che per gli abitanti. Basti pensare ai cani randagi, non curati che si ammalano con facilità. Per arginare tale spiacevole realtà saranno agevolate le cure e le registrazioni degli animali tramite microchip, che essendo molto costoso spesso non è tenuto in considerazione. Ancora, saranno dati in adozione animali dai sei anni in su per evitare che possano degradarsi per le strade della città e, qualora vedessero degli animali in difficoltà, i cittadini potranno rivolgersi a un apposito numero.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here