Puliti dentro e belli fuori, era uno slogan pubblicitario di qualche tempo fa, ma da tempo è diventato anche il motto di uno dei più famosi piloti di Formula 1. Stiamo parlando di Lewis Hamilton, che ha raccontato la sua scelta, intrapresa anni fa, di diventare vegano, una scelta scaturita da una profonda riflessione e da un’attenta ricerca. Tutto è cominciato tre anni fa, quando pensando agli animali il pilota ha deciso di cambiare stile di vita: poi è scattato qualcosa in lui, si è reso conto che se da un lato apportava benefici al pianeta, dall’altro viveva meglio, il suo corpo ha risposto molto bene alla nuova dieta.

Così quella che all’inizio poteva sembrare una scelta dura e sofferta, nel corso del tempo ha dato i suoi risultati e ad oggi Hamilton si è detto più che soddisfatto della sua nuova dieta. I benefici si sono visti soprattutto dal punto di vista energetico, ha detto Lewis, infatti non subisce più quei bruschi cali di energia alternati a periodi di iperattività. Il suo intestino sta meglio ha raccontato, è il nostro secondo cervello e come tale dobbiamo trattarlo; in realtà il pilota, oltre l’alimentazione, si è posto obiettivi ben precisi, come ad esempio una migliore qualità del sonno.

Ma ha voluto porre l’attenzione sulla dieta vegana, nella quale pare che neanche lui avesse fiducia più di tanto all’inizio. Ma a lungo termine ha potuto vedere dei risultati molto soddisfacenti, perciò la raccomanda al grande pubblico; infatti ha anche aperto un ristorante vegano a Londra, ristorante che rispetta tutti i canoni della sua dieta. Ovviamente, aggiunge, non sta obbligando nessuno, non ha preso parte alla propaganda circolante che sfoggia in polemica verso gli onnivori. Sin da bambini ci viene insegnato che dobbiamo mangiare latte e carne, ma questo non vuol dire che non sia sbagliato, come dimostrano vari studi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here