Il rischio estinzione sta diventando realtà per molti animali, e con i disastri ambientali che tutto il pianeta ha vissuto in maniera diretta o indiretta si è creato un allarme generale. Se fino a qualche giorno fa si era parlato di koala e canguri, ora l’attenzione si è spostata su un altro animale che popola sempre la terra australiana. Si tratta dell’ornitorinco, un esemplare bizzarro che vive in ambienti fluviali e ha un aspetto alquanto insolito. Appartiene alla categoria dei monotremi, cioè quegli animali che depongono le uova come gli uccelli ma allattano i propri piccoli come fanno i mammiferi.

La notizia è stata data dalla rivista Biological Conservation, che ha messo in allerta i suoi lettori con la pubblicazione di uno studio il quale dimostra il pericolo in cui questi animali si trovano. A condurre tale studio l’Università del Nuovo Galles del Sud, quella parte dell’Australia che in questi giorni ha visto scomparire l’habitat di numerose specie animali. Il fenomeno non è ancora visibile, gli animali stanno diminuendo anno dopo anno, ma si stima che nei prossimi 50 anni il numero sia destinato a scendere drasticamente. Il motivo di tale pericolo sarebbe come sempre o quasi, la distruzione dell’habitat naturale in cui questi simpatici e bizzarri animali vivono.

Forse, la speranza dei ricercatori è quella di prendere sin da subito la notizia sul serio, in modo da provvedere in maniera tempestiva ed evitare l’estinzione vera e propria. Ancora una volta alla base di tutto c’è l’attività umana, che sta distruggendo giorno dopo giorno e anno dopo anno tutte quelle macchie di natura che accolgono le specie più disparate. E quando a subire sono esemplari già in netta minoranza, come l’ornitorinco, il pericolo si fa serio per l’intera categoria. Essendo l’unico rappresentante del genere Ornithorhynchus dovremmo fare quanto nelle nostre possibilità per proteggerlo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here