Anche gli animali hanno partecipato alle missioni di salvataggio che ci sono state in Australia nei giorni scorsi, per salvaguardare l’ambiente e i propri simili. Molto probabilmente lo hanno fatto in maniera inconsapevole, involontaria, ma questa storia ha dell’incredibile. A essere stati nominati eroi sono i vombati, ovvero dei mammiferi che popolano l’isola australiana, sono dei piccoli esseri con le zampe corte. Hanno una cosa in comune con i canguri, ovvero il fatto di essere marsupiali, nonostante le dimensioni siano notevolmente inferiori; inoltre i vombati vivono sottoterra, se così si può dire. Trascorrono gran parte della loro vita scavando tunnel e cunicoli sotterranei molto complessi.

Stavolta tali passaggi sono stati utilizzati a fin di bene e molti animali sono riusciti a salvarsi dalla furia delle fiamme grazie ad essi. Gli animaletti di piccola taglia che sono riusciti a infiltrarsi nei canalicoli scavati dai vombati hanno avuto salva la vita. Come ha spiegato un esperto dell’Università di Cambridge, che da anni si occupa di mammiferi e in particolare di quelli che popolano l’Australia, non si tratta di un caso di spassionato altruismo. Molto probabilmente, anzi quasi sicuramente, non c’è molto di poetico o sentimentale almeno da parte dei vombati, che non avrebbero fatto nulla in maniera volontaria.

Loro infatti si sono limitati a scavare, mentre gli altri si mettevano in salvo. Non è nella loro natura aiutare per nessuna ragione gli altri animali, anche se si sono guadagnati il titolo di grandi eroi. Uno dei vantaggi dei tunnel da loro creati è che hanno garantito una sorta di isolamento termico, grazie al terreno che ha parzialmente isolato il sottosuolo dalla terra soprastante, che veniva divorata dalle fiamme. Volendo o meno, questi piccoli animaletti hanno salvato la vita a una buona porzione della fauna australiana, dimostrando che la natura è straordinariamente capace di difendersi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here