Un altro terribile caso di maltrattamento di animali, stavolta in provincia di Siena. È accaduto di preciso a Poggibonsi, l’uomo responsabile della violenza nei confronti di un cane, il suo, è stato notato da coloro che si trovavano sulla scena, i quali hanno avvertito le forze dell’ordine. L’uomo, un 45enne della zona, era notevolmente ubriaco, il suo stato di ebbrezza era evidente, ma nonostante ciò si è recato comunque in un bar. Una volta entrato nel locale ha chiesto al barista un ulteriore alcolico, un prosecco per la precisione. Resosi conto dello stato del suo cliente però, il barista si è rifiutato di servirlo.

Così l’uomo infastidito ha cominciato ad inveire contro gli avventori del bar insultandoli e assumendo un atteggiamento violento e rissoso. Gli altri presenti nel bar hanno tentato di tranquillizzarlo e non gli hanno permesso di esternare la sua violenza così lui si è scagliato sul proprio cane. Lo aveva portato con sé al guinzaglio all’interno della struttura, ma lo ha utilizzato come valvola di sfogo, essendo la sua personalità alterata dalla elevata quantità di alcol. Ha afferrato il capo dell’animale e ha cominciato a prenderlo a pugni molto selvaggiamente, nonostante fosse il suo; il cane, si è spaventato molto e ha provato a difendersi.

Era impaurito, così è stato costretto a mordere la mano al proprio padrone. I presenti avendo visto l’intera scena, dopo un po’ hanno chiamato i carabinieri di Poggibonsi. I militari hanno denunciato l’uomo per maltrattamento di animali, essendo le lesioni causate al cane molto gravi. A tale accusa se ne aggiunge anche un’altra, ovvero quella di aver manifestato atteggiamenti violenti e pericolosi per gli altri cittadini, da ubriaco, causando disagi ai clienti del bar. La vicenda ha scosso gli animi dei lettori oltre che dei presenti, soprattutto la vista dell’uomo che ha sfogato tutta la sua rabbia sul cane.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here