Come accade ogni anno, anche stavolta il comico inglese Ricky Gervais ha lasciato tutti a bocca aperta durante la presentazione della 77esima edizione dei Golden Globe 2020. Ormai lo conosciamo tutti, la sua comicità pungente e diretta non risparmia nulla e nessuno, per lui non esistono temi sacri su cui non si possa fare ironia. Stavolta ha esordito dicendo che non si sarebbe trattenuto, considerando che questa è stata la sua ultima volta, quindi non dà peso alla cosa. Poi ha aggiunto: “Scherzavo. In realtà non mi è mai importato”. Poi ha cominciato il suo attacco verso praticamente tutti i presenti in platea.

Già in passato il comico britannico era stato criticato per i suoi tweet molto politicamente scorretti, come del resto i suoi monologhi. Ha fatto una piccola parentesi su Netflix, dicendo che oramai al cinema non va più nessuno, si farebbe prima a dare un unico premio alla nota piattaforma di film in streaming. Ha citato quindi la Apple, che ha dato vita a una serie, “The Morning Show”: la serie tratta temi molto importanti, mettendo in risalto la dignità dell’essere umano. Per questo motivo Ricky Gervais ha specificato che la serie è stata creata da chi sfrutta la manodopera cinese a basso costo pur in condizioni disumane.

In sala c’era anche Tim Cook, il CEO della Apple, quindi è calato il gelo. Non contento di tutto ciò il comico ha aggiunto: “Se l’ISIS lanciasse un servizio streaming voi contattereste subito il vostro agente, vero?”. Ci sono stati vari versi di sdegno, ai quali Gervais ha risposto con un semplice “Shut up!”. Poi ha implorato le star di non fare discorsi politici una volta sul palco, perché non conoscono nulla della vita reale. “Non siete in grado. Prendete il vostro premio e andate a fan***o. Siete stati a scuola meno tempo di Greta Thunberg”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here