Oramai la fantasia degli spacciatori di sostanze stupefacenti non ha limiti: è stato fatto l’ennesimo ritrovamento di droghe pericolose, in questo caso il crack. C’è stato un blitz da parte della polizia di Torino che ha fatto irruzione in un appartamento di Milano, dove sono state trovate carie dosi di crack sotto forma di ostie. Nell’appartamento incriminato non c’era solo la sostanza ma si trattava di un vero e proprio laboratorio in cui veniva raffinata e confezionata la droga pronta per essere venduta. Il responsabile, un ragazzo di 25 anni di origini senegalesi, è stato trovato dagli agenti delle forze dell’ordine ed è stato arrestato.

Questo non è certo il primo ritrovamento, anzi nelle scorse settimane ce ne sono stati altri nella zona di Milano. Gli agenti della squadra mobile di Torino sono stati molto impegnati negli ultimi tempi per dare la caccia a svariati giri di spacciatori che tagliavano e vendevano droga. In questo caso gli spacciatori avevano ben pensato di confezionare le diverse dosi di sostanza stupefacente in forma di ostia, che sarebbe risultata insospettabile da parte delle forze dell’ordine. Tuttavia, dopo una serie di approfondite indagini gli agenti sono stati costretti a fare irruzione e in seguito a un’attenta analisi hanno scoperto che le ostie che hanno trovato erano fatte di crack.

Tale tipo di droga crea una forte dipendenza e rappresenta una vera e propria piaga nelle fasce della società più disagiate. Gli effetti della droga sono rappresentati soprattutto dall’euforia, che in seguito si trasforma in violenza, di coloro che la assumono. L’effetto eccitante causa danni sia a quelli che ne fanno uso, sia indirettamente ai familiari dei tossicodipendenti, che spesso sono vittime di aggressioni. A lungo termine inoltre è caratteristica l’insorgenza di psicosi e atteggiamenti che sfociano nella violenza incontrollabile, dettata puramente dalla sostanza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here