Vanno avanti purtroppo gli incendi che stanno devastando l’Australia da giorni, ci sono stati nuovi e tremendi sviluppi. Sono state fermate e accusate circa 180 persone che sono state ritenute responsabili dello sviluppo degli incendi, i quali sembrerebbero di natura dolosa. Fra queste persone ci sono almeno 40 minorenni: sono stati accusati perché non hanno rispettato il regolamento imposto dalle autorità locali sull’accensione di fuochi e falò. Così è accaduto il peggio, è bastato infrangere un divieto, gettare una sigaretta spenta male a terra per contribuire a distruggere un intero paese, per la precisione un’area che corrisponde all’Austria.

Oramai il numero delle vittime animali è salito fino a raggiungere il miliardo di esemplari sterminati dalle fiamme. Gli incendi purtroppo sono sempre stati un problema dell’Australia, ma in questo momento in cui in cui incombe il problema del surriscaldamento globale e le temperature si sono notevolmente alzate sull’intero globo, si corre il rischio di continui disastri ambientali. Sono strazianti le foto dei koala e dei canguri trovati senza vita sul bordo della strada, in cerca di un po’ d’acqua, in cerca di cibo, ma purtroppo le fiamme hanno avuto la meglio distruggendo la fauna caratteristica del Paese.

Alcuni esperti hanno paragonato la catastrofe a Chernobyl per gli effetti che si potrebbero osservare sia nel breve che nel lungo termine. Anche delle persone hanno perso la vita, si contano 25 vittime degli incendi che sono stati appiccati volontariamente o meno. Il problema è molto sentito a livello mondiale e molte persone si stanno adoperando come meglio credono per dare una mano. Ad esempio Kaylen Ward, una modella locale, ha fatto degli scatti artistici, dei nudes che ha poi venduto a 10 dollari l’uno. L’intento era quello di raccogliere una grossa somma per sostenere la sua patria, ed ha raggiunto una somma di 500mila dollari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here