Una nottata di tensione e guerra in Iraq, dove è stato ucciso il capo delle forze Quds Qassem Soleimani. Nella giornata di ieri c’è stato un attacco da parte di un drone americano, che ha lanciato dei missili diretti su due auto situate nella città di Baghdad. L’evento ha scosso molti paesi fra cui il nostro, perché, da questo attacco potrebbero scaturire delle conseguenze molto pericolose. Infatti la repubblica Islamica ha già minacciato pronunciandosi a favore di un’eventuale vendetta. L’ordine di esecuzione è stato mandato direttamente dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha voluto così eliminare quello che secondo lui era uno degli uomini più pericolosi al mondo.

Tuttavia, il malcontento dei cittadini iraniani nei confronti degli Usa si era già fatto sentire in questi giorni prima dell’attacco. Infatti molto sono stati coloro che sono scesi nelle maggiori piazze del paese a protestare contro i crimini americani commessi ai danni del paese. Dunque l’obiettivo degli Stati Uniti era Soleimani, ma dopo il suo assassinio effettuato con un razzo, secondo quanto riportato dall’ambasciatore iraniano, sono piovuti dal cielo altri razzi che hanno provocato almeno una decina di morti. La situazione internazionale è molto tesa, dal raid americano ci saranno sicuramente aspre conseguenze; l’attacco è stato una risposta alle proteste che ci sono state di recente verso l’ambasciata americana.

I leader politici mondiali si sono pronunciati; in Italia Matteo Salvini ha preso le difese di Trump, sostenendo che un gesto del genere andava fatto per liberare il paese da un pericoloso criminale. Mentre da parte dei 5 Stelle, c’è Di Maio che ancora non si è pronunciato a riguardo; Alessandro Di Battista invece ha espresso tutto il suo disaccordo per quello che secondo lui è un raid vigliacco, perché effettuato con un drone, ma anche stupido per le conseguenze che ci saranno nei prossimi giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here