È arrivata la tragica notizia che tutti temevano dall’ospedale di Padova: il piccolo di 5 mesi che negli ultimi giorni ha fatto tanto parlare di sé. Purtroppo il bimbo ha smesso di respirare, dopo un iniziale messaggio di speranza diffuso dai principali media, alla fine il neonato è deceduto. I medici gli avevano fatto un’angio-TAC e da questa era emerso che il circolo cerebrale era ancora funzionante, quindi c’era ancora attività. Dunque resta un’ultima decisione da prendere, considerando che dal punto di vista cerebrale il lattante è morto. La commissione si dovrà esprimere in merito, per decidere se staccare definitivamente la spina, ovvero i vari macchinari che mantengono in vita il piccolo.

Anche le accuse emesse nei confronti della mamma sono cambiate, o almeno lo saranno dopo l’ultima parola della commissione chiamata a esprimersi. Infatti si passerebbe dall’accusa di lesioni gravissime a quelle di omicidio colposo, dal momento che il neonato è venuto a mancare. Nei prossimi giorni sarà emessa la sentenza nei confronti della madre, una donna di Mestrino di 29 anni che ha sin dall’inizio ha ammesso le proprie responsabilità. Anche il suo avvocato, Leonardo Massaro ha spiegato agli inquirenti la situazione, in cui la donna ha agito impulsivamente in preda a un attacco di rabbia.

È accaduto lo scorso sabato, era il 21 dicembre e mancavano pochi giorni a Natale, quando è accaduto il tragico fatto. Il bimbo non riusciva ad addormentarsi e continuava a piangere, è rimasto sveglio per circa tre ore. Poi, come ha raccontato la mamma ai medici del 118 quando sono arrivati i soccorsi, “lo ha cullato troppo forte”, quindi il suo corpo non ha retto, ha avuto una lesione cerebrale che lo ha condotto alla morte. Nelle prossime ore sarà dunque stabilito e diffuso l’esito della sentenza che stabilirà il destino della giovane mamma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here