Un brutto episodio di violenza familiare si è verificato nella località di Rho, a Milano. Un uomo di 37 anni in  preda a un attacco d’ira si è avventato contro alcuni dei suoi familiari, minacciandoli seriamente di ucciderli. A subire le sue minacce c’erano i genitori e il fratello, che lo hanno visto mentre prendeva un grosso coltello da cucina per intimidirli. A questo punto sono intervenuti i vicini di casa che, attirati dal chiasso e spaventati per le sorti che potevano toccare all’intera famiglia, hanno provato a fermare il 37enne. Non è stato per nulla facile, infatti l’uomo si è accanito anche contro i vicini che erano andati in soccorso della sua famiglia.

Quando si è visto circondato di persone che provavano a fermarlo, l’uomo è sceso per strada e ha cominciato ad aggredire l’automobile del fratello. È stato poco dopo che sono arrivate le forze dell’ordine: il 37enne alla loro vista non li ha risparmiati, avventandosi contro di loro nel tentativo di aggredirli. Ci sono voluti molti sforzi per immobilizzare l’uomo, che era in preda alla violenza e attaccava chiunque si avvicinasse a lui. Alla fine della triste vicenda il responsabile è stato bloccato e portato in caserma, dove ha dovuto rispondere alle accuse di violenza e maltrattamenti in famiglia, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

In giornata sono cominciate le indagini in merito alla vicenda, ed è emerso che l’uomo in questione era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Ecco dunque spiegato il motivo della rabbia immotivata nei confronti prima dei genitori e del fratello, poi verso i vicini di casa e quindi gli agenti. L’uomo era già conosciuto alle forze dell’ordine a motivo di alcuni precedenti penali sempre riguardanti la sua indole violenta, dovuta molto probabilmente all’assunzione di sostanze stupefacenti. Ha mandato in pronto soccorso madre, padre e fratello, più due agenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here