È tornato l’incubo del maltempo devastando la nostra Penisola dall’estremo Nord al Sud. Molteplici sono infatti le regioni vittime delle piogge e delle forti raffiche di vento, che hanno causato inondazioni, frane e nei casi peggiori anche alcuni morti. In Toscana è stato trovato un cadavere, si tratta del corpo di un motociclista che qualche tempo prima era stato dato per disperso. L’uomo è finito con il proprio mezzo nel fiume Santerno, è stato da poco ritrovato dai sommozzatori dopo ore e ore di ricerche. La salma è stata ritrovata a 8 km dal punto in cui il motociclista è caduto con la propria moto.

Subito sono giunti i soccorsi sul posto, per accertare le condizioni dell’uomo, ma purtroppo l’unica cosa possibile è stata costatarne il decesso. Anche dal Friuli arriva una triste notizia: un uomo a bordo della sua automobile si è inoltrato in una strada che era stata chiusa a motivo del maltempo. L’automobilista ha deliberatamente ignorato il divieto imposto dal comune e ha proseguito lungo il tragitto allagato. È accaduto in provincia di Pordenone, dove molte sono state le strade chiuse con apposite sbarre e segnali viste le piogge e il vento che imperversano sul territorio.

Anche il Sud Italia e la Sardegna sono state vittime delle piogge e del maltempo. In particolare la zona avellinese è stata colpita dalla tempesta, infatti ci sono state esondazioni, tanto da allertare la Protezione Civile. È stato tenuto d’occhio il fiume Isclero, che potrebbe causare ingenti danni e disagi ai cittadini: molti sono stati i volontari che si sono impegnati per evitare maggiori disservizi. Il veneto è fra le regioni che sono state colpite, Venezia è stata nuovamente inondata raggiungendo un pericoloso innalzamento del livello delle acque, raggiungendo i 120 centimetri. In queste ore si raccomanda di prestare attenzione, data l’allerta meteo che c’è nelle regioni italiane.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here