Le famose sardine si stanno diffondendo ovunque, anche a Genova: i pesciolini silenziosi raggiungono ogni dove, addirittura gli asili, dove i bambini possono interpretare liberamente con la propria arte uno dei movimenti più numerosi degli ultimi anni. Ecco quanto è accaduto in un asilo genovese, dove le maestre hanno assegnato questo compito molto particolare ai propri allievi. Il compito era quello di disegnare queste sardine, rappresentandole nella maniera più artistica possibile. Tuttavia le polemiche a riguardo non hanno tardato ad arrivare, in particolare alcune esponenti di centrodestra hanno avuto da ridire data l’assenza di neutralità dell’educazione impartita ai bimbi.

L’asilo in questione così ha visto le educatrici al centro dei riflettori, in quanto avrebbero plagiato i piccoli verso un movimento politico. Le maestre subito hanno smentito asserendo di aver avvertito tutti i genitori dei piccoli studenti sulla chat di gruppo su Whatsapp. In tale occasione, nessuno dei genitori avrebbe avuto da ridire, ma a fatto compiuto una mamma non è stata d’accordo sull’operato delle responsabili. La struttura è stata affidata, nel 2015, alla cooperativa sociale Mignanego con un bando pubblico, con una concessione di dieci anni. L’asilo nido da allora è stato sottoposto a vari controlli effettuati con una certa regolarità.

Fino a oggi non ci sono stati problemi e, stando all’ultima verifica effettuata nella scorsa primavera, il modus operandi osservato nell’asilo non si è mai discostato da quelli che erano i propositi iniziali. Tuttavia, come ha affermato l’assessore comunale, saranno comunque convocati tutti i responsabili dl fatto affinché possano essere chiarite una volta per tutte le dinamiche di quanto accaduto, per evitare malintesi in futuro e soprattutto per non creare tensioni fra genitori e insegnanti. Secondo l’educatrice, far eseguire un semplice disegno non implicherebbe alcun coinvolgimento politico, ma sono molti coloro che non condividono quest’opinione e si sono schierati a favore degli obiettori di centrodestra.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here