Circa un anno fa veniva uccisa Stefania Crotti, in quella che è stata una lite per motivi passionali. E dopo tanto tempo la sua assassina nonché ex amante del marito dovrà fare la sua comparsa in tribunale. Le due donne hanno entrambe dei figli, e fra questi ultimi i rapporti sono rimasti invariati, innocenti. Infatti una dei figli di Stefania, la vittima, va a scuola con il figlio dell’assassina; il bambino ha chiesto umilmente scusa alla sua amichetta per ciò che la mamma ha fatto. La storia ha fatto il giro del web in quanto, in un contesto del genere pieno di odio e rancore, i bambini sono stati in grado di ritrovare la propria umanità.

Stefania, quando fu uccisa dalla ex amante del marito, venne presa in trappola, infatti la sua rivale, una donna di nome Chiara, la adescò con l’aiuto di un amico. Costui la prelevò su un furgone, con sé aveva una rosa e un biglietto romantico, l’avrebbe portata da suo marito, almeno così le disse. Il biglietto infatti veniva dal coniuge, ignaro di tutta la situazione. In seguito l’ha bendata, voleva farle una sorpresa, portarla in un posto speciale; ma una volta tolte le bende, Stefania ha realizzato di trovarsi al cospetto della donna rivale.

Così è cominciata la lite fra le due, lite che al suo culmine ha portato alla morte di Stefania, la quale è stata arsa viva. Mentre Chiara, la donna ritenuta responsabile continua a negare tutto dicendo che si è trattato di un incidente, il marito non vuole sconti di pena per la colpevole. Ha infatti asserito che in questi casi il perdono non esiste: a subire le conseguenze dell’intera situazione ci sono i figli di entrambe le donne, rimasti orfani di madre. Alcuni bambini, altri quasi adolescenti, hanno dovuto subire, ma, almeno loro, sono rimasti umani e innocenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here