Aveva sentito dei rumori sospetti nel corso della notte e, messo in allarme, ha sparato 5 colpi di pistola. Si tratta di un uomo di 68 anni residente a Bazzano, che nel cuore della scorsa nottata ha inconsapevolmente sparato a un uomo sconosciuto. La moglie dell’uomo ha effettuato una telefonata al 112 verso le 5 del mattino e poco dopo sul luogo sono giunti i carabinieri. È stato dunque ritrovato, vicino a una finestra, il corpo di un uomo di circa 20 o 25 anni, senza vita e privo di documenti. Con sé aveva una torcia e non era armato, si trovava a pochi metri dalla finestra ed è ancora da accertare se fosse lì per fare una rapina o meno.

Insieme alla moglie è custode della casa di campagna di una famiglia fiorentina: appena ha sentito dei rumori vicino la porta d’ingresso dell’abitazione, temendo per l’incolumità propria e per quella della consorte, ha esploso 5 colpi uccidendo l’intruso. In seguito sono cominciate le indagini e gli agenti hanno trovato alcuni attrezzi provenienti da un capanno vicino, struttura che i malviventi sono riusciti a forzare. Probabilmente si tratta di una banda di ladri che già da qualche giorno circolava in zona, infatti in una vicina azienda qualche notte fa è scattato l’allarme e, come si apprende dalle telecamere di sicurezza, c’erano degli uomini che scappavano.

Il 68enne che ha sparato i 5 colpi è incensurato e al momento non è stata presa alcuna misura nei suoi confronti. Ha confessato di aver sparato solo per spaventare i ladri e la sua arma, una pistola, era detenuta regolarmente con il permesso idoneo. Intanto sono in corso le indagini per far luce sulle rapine che si sono verificate nei dintorni della villa, che sarebbero avvenuti a opera della stessa banda il cui componente è stato trovato ucciso al di fuori della villa di Bazzano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here