Vita da star: è venuta a galla un’altra storia di depressione e malessere causati indirettamente dalla troppa fama. Così anche Daniele Bossari si è raccontato a Verissimo, passando per le fasi più buie e terribili della sua vita, fino a quando non è riuscito a rialzarsi e a prendere in mano la situazione. È cominciato tutto nel 2002, quando il suo nome è diventato familiare al pubblico: era l’epoca del Grande Fratello e le prime critiche da parte del pubblico cominciavano a farsi sentire. È allora che il giovane Bossari ha cominciato a sentirsi ferito, per le continue vessazioni subite da parte del pubblico.

Poi ci hanno pensato l’insicurezza e la solitudine, che hanno portato il presentatore in uno stato di tedio e apatia nei confronti del mondo esterno. Non rispondeva più alle telefonate degli amici, si è isolato dal resto del mondo facendosi terra bruciata tutt’intorno. Finché il telefono ha smesso di squillare, perché anche gli amici avevano capito che le loro attenzioni non erano gradite. Bossari ha raccontato con tristezza, anche se si è sentito sollevato, di aver abbandonato la propria compagna e la figlia, ragion per cui è stato divorato dai sensi di colpa che nel giro degli anni non hanno fatto che peggiorare le cose.

Poi è arrivato l’alcol, che ha utilizzato come cura per dimenticare tutti i suoi dolori. Continuando il suo tragico racconto infatti, ha detto di essere arrivato a una bottiglia e mezza al giorno di whisky, riducendosi, in alcune occasioni, a strisciare sul pavimento di casa, essendo tanto critiche le sue condizioni. Poi, quando ha toccato il punto più basso della sua esistenza arrivando ad avere pensieri suicidi, è arrivato il punto di svolta. Ha anche provato a compiere il folle gesto, ma per fortuna qualcosa lo ha spinto a cambiare, a tornare indietro e a ricominciare tutto da capo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here