Oggi la vediamo tutti come una donna forte, che sa dominare il pubblico e la sua vita, ma in pochi sanno che ha avuto un passato difficile e travagliato. Stiamo parlando di Gianna Nannini, l’idolo dalla voce rauca che ha conquistato il pubblico proprio per il suo particolare timbro. Andava al conservatorio da giovane, studiava pianoforte, ed ebbe un incidente che avrebbe potuto stroncare la sua carriera. Doveva arrangiarsi, così faceva l’operaia: aveva cominciato a decorare le torte sin da bambina e appena compiuti 17 anni ha cominciato a lavorare, è venuta a conoscenza del funzionamento della vita da adulti, infatti guadagnava meno dei suoi colleghi uomini.

Ha sempre avuto un carattere molto ribelle per i tempi, da quel che racconta, carattere che spesso e volentieri era motivo di lite con suo padre. Ad esempio, quando ha cominciato a mettere la minigonna, con tanto di calzamaglia sotto, fu allora che il padre si imbestialì. Diede uno schiaffo alla madre di Gianna, come racconta lei, ma fu l’unica volta, poi prese quella gonna e la ridusse a brandelli con un paio di forbici, in modo che la figlia non potesse più utilizzarla. Ma il peggio doveva ancora arrivare, infatti sul luogo di lavoro la giovane cantante ha avuto un infortunio che le è costato due dita.

Perse le falangi dell’anulare e del medio della mano sinistra nella macchina per impastare i dolci. Un vero e proprio incubo quando realizzò che non avrebbero più potuto riattaccarli, che quell’incidente poteva costarle la sua carriera da musicista. Infatti quando riprese a suonare il pianoforte l’esecuzione non era al suo meglio, così che quell’anno venne bocciata in conservatorio. Ma negli anni successivi ha saputo come farsi valere e ha recuperato tutto, infatti passò l’esame avvalendosi di protesi di plastica e unghie finte. I risultati della sua perseveranza non tardarono ad arrivare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here