Donald Trump ha fatto qualcosa che gli ha permesso di guadagnarsi, almeno per questa volta, l’approvazione degli animalisti; ma non solo la loro, anche quella di chi è dotato di un minimo di sensibilità. Infatti il Presidente degli Stati Uniti ha firmato il Preventing Animal Cruelty and Torture Act, abbreviato PACT. Si tratta di un progetto che mira a proteggere gli amici animali, il che vuol dire che da ora in poi, chiunque faccia degli abusi di ogni sorta sarà perseguibile penalmente in America. Si parte da una semplice multa per arrivare alla detenzione in carcere, addirittura fino a sette anni.

Già nel 2010 era stato fatto un passo in tal senso, con la legge che vietava la diffusione di video raffiguranti il maltrattamento di animali. Spesso infatti sul web girano contenuti poco gradevoli, video girati più che altro per divertimento e perversione mentale. Si tratta di comportamenti intenzionali guidati dall’istinto malato, non si pensi solo alla violenza fisica che viene giustificata come “addestramento”. Anzi, sono diffuse pratiche come il soffocamento, l’annegamento e la vivisezione, tutti perpetrati a scopo puramente ludico. Finalmente questi comportamenti potranno essere puniti in maniera più seria e decisa, grazie al PACT firmato dal Presidente Donald Trump.

Fino ad oggi negli Stati Uniti tale disciplina era regolata singolarmente in ogni stato, che applicava le proprie leggi in maniera autonoma. Ma grazie a questa rivoluzione ora sarà tutto diverso, con l’inasprimento delle pene per i trasgressori. Trump ci ha tenuto a precisare che gli animali vanno protetti e difesi in quanto membri della società americana validi: hanno contribuito anche loro alla crescita della comunità nel corso degli anni. Ad esempio è noto il caso di Conan, l’eroe a quattro zampe che ha aiutato gli agenti a scovare il nascondiglio di un capo dell’Isis, che è morto di recente in un attacco aereo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here