Un criminale abbastanza anomalo è stato arrestato a Toronto, in Canada: le accuse probabilmente non si erano mai sentite prima. Il giovane è un ragazzo di appena 23 anni e da qualche tempo molestava i passanti lanciando loro delle feci addosso. Con precisione aveva preso di mira alcuni studenti universitari che in questi giorni hanno sporto denuncia. Finalmente però è stato individuato dalle forze dell’ordine locali, quindi ora è tornata la pace nei campus, gli studenti non dovranno temere più di ritrovarsi coperti di feci da un momento all’altro mentre si aggirano per le strade.  Ancora non sono chiare però le ragioni che avrebbero spinto il ragazzo a compiere un gesto tanto folle.

Il giovane ragazzo di 23 anni si avvicinava alle proprie vittime, non le ha mai infastidite in altri modi né importunate verbalmente. Al contrario, era sorridente, si accostava alle persone mentre nella mano aveva un secchio ripieno di liquido, di feci e liquami vari. Una volta vicino abbastanza, riversava il contenuto disgustoso addosso ai malcapitati, dileguandosi poco dopo. Gli agenti della polizia non sono riusciti ad individuare subito l’identità dello strano criminale, ma hanno passato giorni a effettuare delle minuziose ricerche fino a quando hanno scoperto nome e cognome del responsabile.

L’ultimo attacco risale agli ultimi giorni, quando una ragazza è stata attaccata al di fuori del campus in cui studiava. È stata la quarta persona ad essere aggredita dall’uomo nel quarto giorno da quando ha cominciato questa sua guerra delle feci. Ora dovrà rispondere alle accuse in tribunale: le vittime hanno raccontato tutte più o meno la stessa cosa, ovvero che il 23enne si appropinquava a loro con un sorriso, un paio di guanti e un secchio pieno. Sono ancora in corso gli accertamenti per stabilire se il ragazzo in questione sia sano mentalmente o le sue azioni siano dettate da qualche disturbo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here