Un’altra lite domestica, l’ennesima che si conclude con la tragica morte di uno dei due coniugi. Stavolta si tratta del marito che, dopo una discussione piuttosto violenta con la moglie è stato aggredito da quest’ultima, rimasta a sua volta danneggiata dal suo stesso agguato. È accaduto a Rieti, i due stavano affrontando un periodo travagliato già da tempo quando ieri sera, alle ore 22 all’incirca, si è consumata la tragedia. La moglie di lui dopo la terribile litigata è uscita di casa, il marito non aveva idea di dove fosse andata, non sapeva che era andata a procurarsi alcune taniche di benzina.

Una volta rientrata nell’appartamento la donna ha cosparso il proprio marito di benzina e gli ha letteralmente dato fuoco. L’uomo è morto qualche minuto dopo divorato dalle fiamme: i vicini di casa, sono stati destati dalle urla della vittima, così hanno chiamato le forze dell’ordine. Egli stesso poco prima della sua morta aveva allertato la polizia credendo che la moglie avesse portato via i figli, invece era uscita per prendere la benzina con cui aveva progettato di uccidere il marito. L’abitazione della famiglia è esplosa poco dopo che la donna ha cosparso il marito di benzina, distruggendo una buona parte del terzo piano della palazzina in cui era ubicato.

La vittima, un uomo di 44 anni, è morta quasi sul colpo: l’uomo è stato consumato dalle ustioni. La sua carnefice non ne è uscita indenne, anzi, al momento si trova ricoverata in ospedale a Roma a causa delle gravissime ustioni riportate. Inizialmente gli inquirenti avevano pensato ad una fuga di gas, ma successivamente hanno capito che si trattava di un omicidio. Non hanno potuto ancora interrogarla per le condizioni in cui versa, infatti non è in grado di parlare, ma la sua responsabilità è praticamente certa. Per fortuna i due figli della coppia, al momento della tragedia si trovavano fuori casa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here