L’ondata di maltempo fra le altre regioni ha colpito anche la Liguria, causando il crollo di un viadotto. Si tratta di una porzione della autostrada A6 Torino-Savona e, secondo i dati attuali, non sono state coinvolte delle persone quindi non ci sono né morti né feriti. Con il susseguirsi delle piogge che non hanno mai abbandonato la zona in questi giorni, c’è stata una frana che ha trascinato i pilastri della struttura e ha poi provocato il crollo di un tratto di 30 metri di campata. L’intera area coinvolta è andata totalmente distrutta ed è stata resa inaccessibile.

Il governatore della regione Giovanni Toti ha affermato la sua volontà di voler dichiarare lo stato di emergenza per la regione. Sono molteplici le aree coinvolte, infatti la Liguria è una regione spesso sottoposta a questo tipo di calamità a motivo della natura del terreno. Secondo le stime, i millimetri di acqua caduti in questi giorni potrebbero addirittura aver superato il livello raggiunto nel 2014 quando ci fu un’alluvione devastante. Nei prossimi giorni il tratto di autostrada coinvolto, sotto la gestione della società Autostrade dei Fiori, resterà chiuso: saranno quindi svolti i dovuti accertamenti strutturali per verificare i motivi della frana, che ufficialmente sono riconosciuti nel maltempo.

Sicuramente non mancheranno i disagi, visto che l’area interessata è quasi isolata dal resto della regione e i collegamenti scarseggiano. Inoltre, data la natura incessante delle piogge, anche le case costruite sulla collina adiacente sono in pericolo, quindi i vigili del fuoco si sono messi subito all’opera per effettuare dei controlli su tali strutture. Nel frattempo tutti gli abitanti della zona di Savona e dell’entroterra ligure sono state invitate a non muoversi, come ci ha tenuto a sottolineare il governatore della regione. Finché non vi sarà una vera e propria messa in sicurezza dell’area colpita sarà necessario avere la massima prudenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here