In Malesia è morto l’ultimo esemplare di rinoceronte di Sumatra: la triste notizia è giunta quando, in questi giorni, l’ultimo esemplare femmina è venuto a mancare. Aveva un terribile cancro che l’ha portata pian piano alla morte, si chiamava Iman e segna l’inizio di un periodo, un periodo in cui bisognerà fare particolare attenzione. Infatti Iman rappresentava l’ultima femmina in Malesia, ma nel resto del mondo se ne contano circa altre 80, la maggior parte delle quali vive proprio a Sumatra, un’isola che si trova in Indonesia. A maggio si era spento invece l’ultimo maschio della piccola comunità, perdendo la possibilità di espandere il gruppo di rinoceronti.

Si chiamava Tam ed era stato catturato nel 2008: alcuni uomini lo hanno poi portato alla Tabin Wildlife Reserve. Qui avrebbe dovuto accoppiarsi con due femmine, ovvero Iman e Puntung, che vivevano nella stessa riserva rispettivamente dal 2014 e dal 2011. Purtroppo però in tutti questi anni i tentativi di espandere la comunità non sono andati a buon fine, mettendo sempre più a rischio di estinzione i rinoceronti di Sumatra. Il problema è che le femmine, non essendo fecondate da molto tempo, sviluppano fibromi e cisti all’apparato riproduttivo, divenendo di fatto sterili, o quasi.

Come accade sempre in questi casi, la colpa di tutto ciò è da attribuirsi al contributo umano. Infatti dopo anni e anni di caccia di frodo e interventi che hanno modificato perennemente l’ecosistema locale non rendendolo adatto alla sopravvivenza dei rinoceronti, cominciano a vedersi le conseguenze. L’unica cosa che resta da fare ora, è preservare l’esistenza dei circa 80 esemplari che sono rimasti sull’isola di Sumatra, anche se questo loro isolamento potrebbe essere la loro rovina. Ce ne sono altri sparsi nella regione del Kalimantan, ma attualmente si contano davvero pochi esemplari. Ecco perché varie organizzazioni locali si stanno impegnando per evitare che questi bellissimi animali scompaiano per sempre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here