Una storia che mette i brividi, quella che si è verificata in Cina: un giovanissimo operaio di appena 22 anni è precipitato dal cantiere al quale stava lavorando. Le fonti ufficiali non riportano la dinamica esatta dell’accaduto, pertanto non è ancora chiaro se sia stata una negligenza, un attimo di distrazione da parte del ragazzo, o se la struttura su cui lavorava fosse poco sicura. Fatto sta che è caduto dalla piattaforma dove stava svolgendo il suo lavoro e ha fatto un volo di ben 13 metri. È atterrato su una sbarra di ferro che lo ha trapassato letteralmente, toccando tutti i suoi organi interni.

Recuperato immediatamente e portato in pronto soccorso, il giovane è riuscito ad avere salva la vita. È stato operato da una delle migliori equipe di chirurghi a disposizione: i medici lo hanno sottoposto a un intervento durato ore, ma alla fine sono riusciti ad estrarre la sbarra di ferro. Con un’ecografia 3D i medici hanno visionato tutti gli organi danneggiati seguendo il percorso della sbarra e sono riusciti a salvare l’operaio sventurato. Il 22enne, come ha spiegato il chirurgo a capo del gruppo che ha effettuato l’operazione, è stato un vero e proprio miracolato.

Infatti, come i dottori hanno potuto vedere dagli esami, la sbarra di ferro, con una punta acuminata, si è fermata ad appena tre centimetri dal cuore. Se fosse malauguratamente andata più in profondità, non ci sarebbe stato molto da fare per il 22enne, ora non sarebbe più fra noi. L’operazione si è conclusa, è andata a buon fine e i chirurghi hanno dato la notizia che il giovane operaio non è più in pericolo di vita, il peggio è passato. Grazie alla collaborazione di un team di esperti dedicato esclusivamente a operazioni d’emergenza a breve il ragazzo si rimetterà in salute e potrà tornare alla sua vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here