Un’esplosione che ha causato cinque vittime: ecco cosa è accaduto ieri in Silicia, di preciso a Barcellona Pozzo di Gotto. Il luogo in cui si è consumata la tragedia è una fabbrica di fuochi d’artificio, la ditta della famiglia Costa all’interno della quale si trovava anche il figlio del proprietario. Erano in corso alcuni lavori di manutenzione della struttura quando a causa di una lieve distrazione, una piccola mancanza di attenzione da parte di un operaio, è scoppiato l’incendio che ha ucciso ben 5 persone. Ancora sono da chiarire le dinamiche esatte, le circostanze in cui sarebbe esploso tutto, generando catastrofe e distruzione.

Tra le vittime ci sono la moglie del proprietario della fabbrica di fuochi d’artificio, la signora Venera Mazzeo, una donna di 71 anni e alcuni impiegati della ditta Bagnato. C’è ancora un disperso di cui non si ha alcuna notizia, quindi il bilancio potrebbe cambiare nei prossimi giorni. Due sono le persone rimaste ferite in maniera grave, tra questi un operaio della ditta di pulizie e il figlio del proprietario della grande fabbrica, Bartolomeo Costa, 37 anni. sul posto si sono recati subito sia i carabinieri che i vigili del fuoco per contenere le fiamme generate dall’esplosione.

Al momento è stata fatta una prima ricostruzione in cui si ipotizza quale possa essere la natura dell’incendio. Pare che alcuni operai infatti abbiano lavorato con delle saldatrici e da queste siano volate delle scintille: tali scintille a loro volta hanno determinato l’esplosione dell’incendio con un effetto domino. Infatti a partire dal primo casotto le fiamme si sono espanse a macchia d’olio anche a quelli circostanti. L’effetto delle scintille sulla polvere pirotecnica ha determinato un’esplosione mortale che è costata la vita a cinque persone e ne ha ferite gravemente altre due. Nei prossimi giorni proseguiranno ulteriori accertamenti nella speranza di trovare l’ultimo disperso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here