Lo show di Canale 5 “Non è la D’Urso” si è rivelato, per l’ennesima volta, un vero e proprio teatro del trash. In studio sono stati ospitati Vittorio Sgarbi, che ha avuto un confronto tutt’altro che pacato con Vladimir Luxuria, e Vittorio Feltri, che come il suo omonimo è stato poco delicato. Anche l’attrice Veronica Maya ha partecipato al confronto che si è concluso con Feltri, il quale ha insultato in generale tutta la platea, composta secondo lui da galline. Nel primo caso, Sgarbi ha accusato Luxuria, ricordando un episodio in cui l’avrebbe vista per strada intenta a prostituirsi. Luxuria ha spiegato la sua versione dei fatti, alimentando la rabbia del suo interlocutore che l’ha insultata in maniera piuttosto pesante.

Feltri non ha mantenuto la calma, anzi i suoi toni sono stati piuttosto accesi nel definire lo studio che lo ha ospitato un pollaio pieno di galline. L’attrice, Veronica Maya, ha raccontato l’esperienza con un post sui social e ha continuato così lo scontro cominciato in diretta televisiva. Voleva un confronto con Sgarbi e Feltri, ma evidentemente non si aspettava delle parole così aspre e piene di odio, infatti ha espresso tutto il suo disappunto in rete. Fino al dialogo finito male con loro, i due personaggi ben conosciuti per il loro linguaggio ricco anche di volgarità, le facevano quasi simpatia.

Insulti e parolacce, continua l’attrice, non sono sicuramente il modo giusto per portare avanti un dibattito. Feltri infatti negli ultimi tempi ha avuto modo di sfogare la sua ira contro varie categorie, tra cui minoranze e personaggi di spicco. Basti pensare ai gay, al Sud Italia, a Greta Thunberg, per ognuno di questi il direttore di Libero ha avuto delle parole sprezzanti con cui ha dimostrato tutto il suo astio. Così, dopo una lite piuttosto accesa è uscito dallo studio di Canale 5 non volendo più prender parte al dibattito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here