In questi giorni la città di Venezia è stata messa in ginocchio letteralmente, a motivo delle continue piogge che non smettono di tormentare la città. Nella giornata di ieri infatti l’acqua in piazza San Marco è arrivata di nuovo a raggiungere i 160 cm. In tutta questa situazione di disagio per i cittadini, in una delle città più romantiche per antonomasia, ci sono delle riprese in corso. Stefano Accorsi con il suo team infatti è a lavoro dal 4 novembre e fino al mese di dicembre dovrà lavorare a questo progetto: sembra molto ben intenzionato nel portarlo a termine, nonostante l’odio che alcuni cittadini gli stanno riversando addosso.

Infatti non tutti sono d’accordo con l’idea di girare un film con la situazione in cui si trova la città di Venezia. Anzi, parecchi sono indignati perché con l’acqua alta non accettano che siano svolte le riprese in città; infatti la situazione in questi giorni pare tutt’altro che risolta, infatti i commercianti sono in difficoltà. I negozi e le attività sono inondati, i rispettivi proprietari sono ancora a lavoro nel tentativo di salvaguardare i propri locali. E non c’è modo migliore, ai giorni nostri, di esprimere il proprio malcontento, se non il mondo dei social network.

Infatti proprio su Facebook si sono scatenati gli utenti con decine e decine di commenti contro la decisione di Accorsi e il suo team di continuare le riprese. Ma l’attore ha saputo rispondere prontamente alle varie offese a lui rivolte, con parole per niente pacate. A parole dure come “Vergogna!” l’attore ha spiegato come stia cercando di portare a termine il suo lavoro. Infatti le riprese sono cominciate prima della disgrazia che ha portato Venezia, come da programma durano dal 4 novembre al 12 dicembre. Per quanto sia dispiaciuto per la drammatica situazione in cui versa Venezia, come ha spiegato “ognuno cerca di fare il suo lavoro”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here