Massimo Giletti, noto conduttore di Non è l’arena, si è sfogato contro Barbara D’Urso criticando aspramente il suo modi di fare televisione. Oramai i rapporti fra i due sono tesi, e anche se in realtà la situazione ha le sue radici nel passato, c’è stato un avvenimento che ha contribuito a peggiorare la situazione. Parliamo del matrimonio di Tony Colombo e Tina Rispoli, al centro dell’inchiesta di Fanpage a motivo dei loro rapporti con pericolosi esponenti della camorra. La conduttrice di Canale 5 li ha infatti ospitati nella sua trasmissione Non è la D’Urso, sponsorizzando la loro unione e facendone un avvenimento nazionale.

E proprio questo c’è alla base della polemica mossa contro di lei da Giletti: secondo il giornalista a certe persone non andrebbe data tanta visibilità. Infatti dare spazio a tali personaggi facendone delle vere e proprie celebrità potrebbe avere effetti devastanti, in quanto si andrebbero a legittimare atti criminali con tutto il mondo che c’è dietro. I fatti parlano chiaro, anche se la Rispoli nega ogni legame con la camorra, come ci tiene a sottolineare Giletti, ci sono evidenze che dimostrano il contrario. Evidenze che non hanno nulla a che vedere con la presentazione che ne fa Barbara D’Urso, la quale parla di un matrimonio fiabesco.

Giletti continua, un giornalista non si definisce tale solo per la licenza che ha ottenuto, solo per un’attestazione cartacea che ne testimonia l’esistenza. Ma dietro lo scontro ci sarebbe dell’altro: secondo alcuni infatti, i due hanno già avuto qualche problema in passato, quando Massimo Giletti ha abbandonato la rai. Secondo tali voci, sarebbe stata proprio Barbara D’Urso a impedire al giornalista di approdare a Mediaset. Tuttavia Giletti ha affermato di non sapere per quale motivo preciso non sia andata avanti la sua collaborazione con la rete Mediaset, anche se avevano cominciato a dialogare, ma è ben consapevole che in qualche modo c’entra la sua rivale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here