Dal cinema alla falegnameria è un attimo: ne è la dimostrazione vivente Silvio Muccino, che ha preso una decisione dettata dal cuore, dalla passione. Infatti ha deciso di abbandonare il mondo di cui finora ha fatto parte nel cinema per dedicarsi anima e corpo alla professione dei suoi sogni. Così il più piccolo dei fratelli Muccino sarà falegname: a riportare la notizia abbastanza inaspettata è il settimanale Chi, in cui Alfonso signorini ha scritto tutto nelle sue Pillole di Gossip. In effetti è un po’ di tempo che non si vede il giovane Muccino sul grande schermo, ciò sta a testimoniare il disinteresse per il mondo del cinema.

Ma non può certo lamentarsi, infatti non ha neanche fatto in tempo ad aprire la sua attività che il suo marchio va già a ruba. Si tratta di prodotti fatti a mano, manifatture per la casa e il pubblico sembra apprezzare molto tali produzioni. Così mentre il fratello maggiore si accinge a presentare il nuovo film nel 2020, “I migliori anni”, il minore ha imbracciato gli attrezzi da lavoro e da oggi può considerarsi falegname. Ha mollato il set e le telecamere per trasferirsi in Umbria e dedicarsi interamente alla sua vera passione, per la quale, tra l’altro, sembra avere un talento naturale.

Dopo attente riflessioni ha finalmente trovato la strada, a 37 anni, realizzando che quello del cinema non era il mondo che voleva. Ha lavorato come regista a tre film tra il 2008 e il 2015 e in tutti i casi non ha registrato grandi successi. Inoltre ad aggravare la sua posizione nel mondo dello spettacolo c’erano i rapporti alquanto tesi con il fratello Gabriele, con il quale ha avuto varie liti. L’ultima risale proprio al mese di marzo del 2019, ma non si è trattato di una semplice discussione domestica: Silvio è stato rinviato a giudizio per aver diffamato il proprio fratello.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here