È accaduta una tragedia nel novarese, precisamente nella località di Trecate, una lite di natura familiare. I protagonisti di questa triste vicenda, sono due fratelli che si portano quattro anni di differenza, i fratelli Saporito, che da tempo, stando a quanto riportato dalle fonti e a quanto raccontato dai vicini, vivevano un rapporto tutt’altro che sereno. Il maggiore, di 40 anni, al culmine dell’ennesima lite con il suo consanguineo, ha sparato alcuni colpi di pistola uccidendolo sul colpo; poco dopo sono arrivati i soccorsi del 118 ma non hanno potuto fare nulla, se non constatare il decesso del 36enne.

La vittima di mestiere faceva il pizzaiolo, era appena tornato dalla stagione lavorativa in Sardegna, dove ad attenderlo a casa, c’erano i suoi due figli, due bambini piccoli. Quanto alla moglie, avevano divorziato e adesso la donna vive in Sardegna con i figli avuti dall’uomo.  Sia i familiari che i vicini sono rimasti terrorizzati quando hanno udito il colpo di pistola e hanno realizzato che il più giovane dei due, Daniele, era morto. L’assassino dopo aver sparato i colpi di arma da fuoco ha fatto perdere le sue tracce e si è dileguato a bordo della sua auto, una Hyundai. Le forze dell’ordine si sono messe all’inseguimento del fuggitivo e costui dopo poche ore si è arreso consegnandosi ai carabinieri.

La madre dei due fratelli vive nello stesso appartamento, nel momento in cui c’è stato lo sparo era presente, ha sentito tutto ed è rimasta sotto shock. Il movente di un gesto tanto grave sarebbe la gelosia del fratello maggiore nei confronti della propria moglie; infatti il 40enne temeva che la donna fosse coinvolta in una relazione con il fratello minore. Nonostante i rapporti fra i due fossero incrinati, nessuno dei vicini di casa e degli amici sospettava nulla, non si sarebbero mai aspettati un epilogo tanto drammatico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here