Prima centurione, poi bagnante alla reggia di Caserta: stiamo parlando dell’uomo che qualche mese fa si travestì da centurione e si immerse nella fontana di Trevi, dando spettacolo alle centinaia di turisti. Si chiama Paolo Sforza ed è un commerciante di Caserta, stavolta ha deciso di mettere in atto un’altra bravata ma nella sua terra. È entrato con la propria auto nei giardini della Reggia di Caserta e, raggiunta la sommità della salita che si trova sul retro, con svariate vasche e fontane, ha deciso di fare un bagno nella fontana di Venere e Adone. Il suo gesto voleva chiaramente essere una provocazione, infatti è entrato con lo stereo della propria vettura a tutto volume.

Ci sono alcune riprese che testimoniamo la sua impresa: si può vedere l’uomo a petto nudo, in pantaloni bianchi che si lava tranquillamente accanto a Venere. Il suo atto voleva dimostrare quanto siano carenti i controlli nei giardini della Reggia, infatti gli addetti alla sicurezza si trovano perlopiù all’ingresso degli appartamenti. La reazione di molti è stata quella di non poter dar torto all’uomo, che pur compiendo un atto illegale ha detto quella che purtroppo è una triste verità, denunciando le condizioni di abbandono di un sito Unesco.

La Reggia di Caserta è visitata da migliaia e migliaia di turisti ogni anno, ma purtroppo ogni tanto avviene qualcosa di improprio, come il commerciante che si immerge nelle antiche vasche. All’epoca della Fontana di Trevi, la bravata da centurione costò a sforza una multa salatissima, oltre al fatto che venne tirato fuori con la forza da un vigile urbano. In questo caso a Caserta è stato denunciato, ma il suo gesto ha fatto sì che la direzione prendesse una decisione: almeno per il momento l’accesso alle aree dei giardini saranno limitati e ci saranno maggiori controlli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here