È finita nel mirino della Fda, la Food and Drug Administration la Johnson & Johnson, nota azienda americana produttrice di vari prodotti fra cui oli, creme e il famoso talco per bambini. Proprio quest’ultimo prodotto è stato oggetto di verifiche da parte dell’autorità, in seguito alle numerose denunce sporte dai consumatori provenienti da tutto il paese. Si aggirano attorno a 13mila le vittime che hanno denunciato la società dopo aver contratto la malattia causata dalla sostanza cancerogena che è stata ritrovata in un lotto di confezioni di talco. Si tratta di amianto, come è stato accertato successivamente e, anche se presente in percentuali molto basse, è stato sufficiente a far ammalare una notevole fetta di consumatori.

Questi in seguito all’utilizzo del talco si sono ammalati di cancro, così è partita un’azione legale da parte di migliaia di persone. La Johnson & Johnson secondo le fonti ha avviato una rigorosa ispezione interna per fornire delle spiegazioni e valutare la situazione, ma soprattutto per fare in modo che situazioni del genere non si verifichino mai più. Intanto la Fda ha raccolto dei campioni provenienti da un singolo lotto di un rivenditore online, così si è reso necessario il ritiro dal mercato di circa 33mila confezioni di talco, ma nel frattempo i pazienti si sono ammalati.

Come ben risaputo da anni infatti, l’amianto, che è stato ritrovato in tracce nelle confezioni appartenenti al lotto incriminato, è altamente cancerogeno. Causa una forma di cancro molto grave, per la quale non esiste ad oggi una cura efficace; non è la prima volta che l’azienda viene accusata di aver usato prodotti pericolosi per la salute. Anni fa infatti il web era pieno di storie e perplessità riguardo l’olio per il corpo, che secondo alcuni conteneva sostanze dannose, se non addirittura cancerogene. Se allora le voci vennero smentite, stavolta a confermare tutto ci sono i test della Fda.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here