Ieri è stata riportata la notizia dal quotidiano Independent: in Portogallo c’è stato un atterraggio d’emergenza e le cause di tale decisione da parte del capitano sono alquanto anomale. Il volo in questione è partito da Manchester ed era diretto a Tenerife, o almeno secondo i piani iniziali, prima che fosse costretto a fare uno scalo nell’aeroporto di Faro, in Portogallo. Il motivo? La rabbia di sette passeggeri che hanno avuto una discussione accesa, poi divenuta rissa a bordo dell’aeroplano: i colpevoli non si sono fermati davanti a nulla, né davanti allo scontento degli altri passeggeri che osservavano inermi e tantomeno dinanzi agli avvertimenti degli assistenti di volo.

Sul web girano alcuni video amatoriali registrati dai passeggeri che altro non potevano fare se non testimoniare quanto stava accadendo. E appunto secondo uno di loro, un gruppo di uomini ha cominciato a picchiare con pugni altri passeggeri, si trovavano nella parte posteriore del velivolo quando è cominciata la lite. Gli hostess osservando che la situazione si faceva sempre più tesa e violenta, quando hanno realizzato che i passeggeri avevano fatto ricorso alle mani, hanno separato i due gruppi. Ma non è servito a nulla, questi imperterriti si sono ricongiunti e hanno continuato a darsele di santa ragione.

Nella foga della rissa uno degli uomini ha sputato in volto a una donna, gesto che ha scatenato il disappunto generale. Dopo gli svariati tentativi sia dei passeggeri che degli assistenti di volo di sedare gli animi, tentativi tutti fallimentari, il capitano si è visto costretto a effettuare un atterraggio d’emergenza. Così ha guidato il mezzo verso l’aeroporto di Faro, dove ha fatto sbarcare i sette passeggeri e li ha consegnati alle forze dell’ordine locali, che hanno provveduto a loro. E pensare che gli altri passeggeri volevano solo andare in vacanza, quando si sono ritrovati nel bel mezzo di una rissa violenta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here