Un’opera d’arte appesa nello spazio tra la cucina e il soggiorno di un’abitazione francese, tenuta lì per anni come se fosse un quadretto di poco conto. Questa la storia di un’anziana signora che vive a Compiegne, a nord di Parigi: dopo anni ha deciso di far valutare il suo quadro dagli esperti del mestiere, così ha contattato una casa di aste per farlo stimare. Con l’aiuto di un noto critico d’arte locale, Eric Turquin, gli esperti sono giunti a una conclusione che ha lasciato tutti a bocca aperta, ovvero che il quadretto è un’opera originale di Cimabue, il noto pittore fiorentino.

Il piccolo quadretto, risalente al 1280 molto probabilmente fa parte di un dittico, ovvero un tipo di arte molto popolare all’epoca. Si tratta di due dipinti su tavola uniti centralmente con una giunzione a cerniera: in questo caso il dittico rappresenta alcune scene della Passione di Cristo. L’opera completa prevede otto pannelli tutti di dimensioni molto simili tra loro, di circa 20 centimetri per 25. Gli altri pezzi di quest’opera venuta fuori dalla mano di Cimabue sono conservati a New York e a Londra; quanto a quest’ultimo ritrovato nella casa dell’anziana signora, secondo i critici d’arte si tratterebbe del “Cristo deriso”.

È un quadro inedito del pittore italiano, che ora sarà messo all’asta: questo rappresenta un evento eccezionale, in quanto erano decenni che non venivano messi all’asta dei quadri di Cimabue. È stato realizzato su un pannello di pioppo e al centro della scena si può apprezzare la figura di Cristo circondato da una folla di uomini, rappresentati con un’espressione rabbiosa. Lo sfondo, come molti dei dipinti dell’artista fiorentino, è oro, il dipinto è realizzato con pittura a tempera. Secondo le prime valutazioni, questo piccolo pannello potrebbe essere stimato per una somma compresa fra i 4 e i 6 milioni di euro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here