Una serata molto particolare come accade ogni anno, quella degli Emmy Awards: si assegna il premio più ambito nel mondo dello spettacolo. Non è stato affatto inaspettato il successo de Il Trono di Spade, che da circa un decennio non ha mai smesso di tenere gli occhi dei fan incollati allo schermo. In generale, la HBO ha avuto il primato con 32 premi, scavalcando Netflix alla quale sono stati assegnati 27 premi; Amazon invece è riuscita ad aggiudicarsi 15 premi. Sin dall’inizio la serata è stata ricca di sorprese, a partire dal presentatore, che non era materialmente sul palco.

Infatti la serata è stata inaugurata da Homer Simpson, che ha dato il via alla cerimonia; o almeno fino a quando un piano è caduto dal cielo e lo ha schiacciato, lasciando il palco vuoto. Allora dal pubblico si è alzato il comico e attore Anthony Anderson, che ha cercato di salvare l’evento proponendosi come presentatore, ma anche in questo caso si trattava di una messa in scena finita lì. La serie che ha avuto il maggior successo è Fleabag, giudicata la migliore della categoria comedy, che ha stravinto; è stata seguita dal Trono di Spade, serie di produzione HBO che è al suo quarto Emmy.

Anche la serie Chernobyl si è aggiudicata un lauto riconoscimento, aggiudicandosi il primato nella sua categoria, essendo stata fra le miniserie più viste degli ultimi decenni. Un altro premio importante è stato quello conferito alla miniserie sul caso dello stupro a Central Park: gli episodi narrano la storia di cinque ragazzi afroamericani che nel 1989 furono accusati di stupro, ma in seguito furono scagionati. È stato un momento molto toccante in quanto i cinque ragazzi sono stati invitati alla cerimonia e, al momento della premiazione Jharrel Jerome, attore protagonista, ha dedicato a loro la sua vittoria: allora si sono alzati commossi, in lacrime.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here