Un gruppo di adolescenti ha aggredito l’autista di un autobus a Roma. I giovani, hanno prima azionato la leva d’emergenza, lo hanno fatto per puro divertimento, si trattava di un gesto goliardico. In questo modo hanno attirato l’attenzione dell’autista che, avvertito dal segnale d’allarme è stato costretto a fermare il veicolo per ripristinare il sistema di sicurezza. È stato a questo punto che i ragazzi lo hanno accerchiato e lo hanno picchiato fino a fargli perdere i sensi; dopo questo terribile episodio di violenza la baby gang si è dileguata, i suoi componenti sono scappati a bordo di un taxi.

È accaduto tutto a via Boccea, quando i teppisti hanno deciso di fare uno scherzo al conducente. Quest’ultimo, un uomo di 52 anni romano, si è visto accerchiato, senza via di fuga; l’ultima cosa che ricorda sono i pugni sul suo volto, lo hanno centrato in pieno finché è svenuto accasciandosi al suolo. I passanti che si trovavano sul luogo lo hanno soccorso allertando l’ambulanza. La vittima è stata portata d’urgenza al policlinico Gemelli, dove i medici hanno dovuto sottoporla a un’operazione di riparazione del setto nasale. L’uomo non è in pericolo di vita ma gli hanno dato 30 giorni di prognosi.

Quanto alla banda di ragazzi che lo ha aggredito, è l’oggetto della ricerca dei poliziotti, che già ne hanno individuato uno. Si tratta di un diciassettenne che è stato rintracciato con l’aiuto di un passante il quale ha assistito a tutta la scena. Quando ha visto i ragazzi scappare sul taxi, ha preso il numero della targa e lo ha reso noto alle forze dell’ordine. Gli agenti, hanno ricostruito tutto il tragitto fino al punto in cui il taxi ha accompagnato i ragazzi, poi girando in centro hanno trovato il 17enne. È stato denunciato con le accuse di lesioni e interruzione di pubblico servizio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here