Chi l’ha detto che lo sport va praticato per forza in gioventù? Chi l’ha detto che per essere atleti a livelli agonistici bisogna cominciare da piccoli? Sicuramente a smentire questi comuni modi di pensare ci ha pensato Giuseppe Ottaviani detto Peppe, un uomo di 103 anni che si è aggiudicato il primo posto nel salto in lungo. Peppe, come è conosciuto dai propri concittadini, è originario delle Marche, il suo paese di provenienza si chiama Sant’Ippolito. Non ha mai praticato atletica a livello agonistico quando era più giovane, ma ha deciso di cominciare dopo la pensione.

Per lui “L’atletica è gioia”, come ha detto dopo aver ricevuto il suo riconoscimento quale vincitore di salto in lungo. La storia del Peppe atleta è cominciata negli anni in cui è andato in pensione: per combattere la noia ha deciso di dedicarsi allo sport. Così dopo i suoi 70 anni ha cominciato ad allenarsi ed ha continuato fino ad oggi; il suo percorso è stato costellato di emozioni e successi. Nel 2014 infatti, Peppe ha mostrato a tutti di che pasta era fatto, quando ai mondiali Master di Budapest ha conquistato ben 10 medaglie d’oro. Stavolta ha sbalordito il pubblico di Jesolo conquistandosi il primato.

La star dei campionati europei master di atletica era l’unica della categoria over 100; non c’è stato nessun altro con la stessa tenacia e lo stesso coraggio. Il pubblico gli ha giustamente dedicato applausi e ovazioni a non finire: non capita tutti i giorni di vedere un uomo di 103 anni stabilire il record si salto in lungo con un balzo di 66 cm! Una volta terminata la gara, gli spettatori si sono messi in fila per chiedere alla stella della giornata un selfie. Quanto a Peppe, ha commentato con gioia l’evento dicendosi felice di essere lì ed esortando gli altri a vivere ogni giorno appieno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here